Offerte Lupin III su Amazon.it

Intervista a Charlie Kosei

Condividi

Ringrazio prima di tutto la gentilezza di Charlie Kosei per aver acconsentito a rispondere alle seguenti domande.
Questa è un’intervista esclusiva fatta per Lupin the Third European Page, nessuna riproduzione è consentita, neanche parziale.
Quella che segue è una traduzione, l’intervista originale era in inglese ed è possibile leggerla cliccando sulla bandiera del Regno Unito.

Questa intervista è del agosto 2005.

Ryu:  Charlie Kosei è uno pseudonimo? Se sì, è possibile conoscere il tuo vero nome?
Charlie Kosei: Il mio vero nome è Jo Kosei. La storia della mia vita è scritta nella mia Homepage, ma indovino che sia difficile per voi leggere il giapponese, quindi ve lo riscriverò in inglese.
Sono nato il 14 ottobre 1950 a Kobe, sono un mezzo sangue, metà afro americano e metà cinese, però ora sono naturalizzato giapponese, questo significa che fino all’età di 15 anni avevo la nazionalità cinese.

R: Puoi parlarci un po’ della tua carriera? Com’è iniziata?

CK:
Nel 1964, io e dei miei amici, compagni della scuola internazionale di Kobe, formammo una band amatoriale chiamata The Young Beats e dopo esserci laureati nel 1968, diventammo dei musicisti professionisti, conosciuti come The Helpful Soul. Insieme abbiamo pubblicato un album con la casa di produzione giapponese Victor Record.
Nel 1970 abbiamo eseguito la colonna sonora del film: Le mille e una notte, di Osamu Tezuka, ma sfortunatamente la band si sciolse nel 1971 e mi ritrovai solista, proprio nell’anno dove cantai il tema di Lupin The Third.  Il signor Tashiro, presidente della compagnia Group Tack (una casa di produzione di cartoni), venne da me e mi chiese se mi sarebbe piaciuto cantare i temi delle serie animate, dissi di sì ed ora sono qui.

R: Ci puoi dire qualcosa che ti ricordi del Lupin’s project?
CK:
Mi spiace di dire che non so molto del progetto, a causa del fatto che fare un film e cantare la colonna sonora sono lavori completamente separati.

R: Com’è stato lavorare insieme a Takeo Yamashita?
CK: L’ho visto appena due.
Una volta nello studio di registrazione, 34 anni fa e l’altra quando partecipai ad un programma TV a Tokyo, 7 o 8 anni fa.
Bene, questo è proprio tutto quello che posso dire su Lupin The Third

R:
Ho letto sull’album “Lupin III ’71 ME Tracks” (VAP Record 1999) che i nastri originali della colonna sonora di Lupin III prima serie sono andati persi già a fine anni ’70. Hai mai ascoltato questo CD album (71 ME Tracks)? Ti ricordi di versioni più lunghe di alcune delle più famose canzoni, per esempio: “Afro Lupin ’68”, “Nice guy Lupin”, “Yeah! Lupin”? I love “Afro Lupin ’68”
CK: San, mi spiace dire che non ascolto solitamente i miei CD o album dopo aver concluso le registrazioni.

R: Ci puoi dire qualcosa del tuo pub? Se un fan straniero venisse a Kobe, come lo potrebbe trovare?
CK: Non sono molti gli stranieri che lo frequentano, perché i prezzi solitamente sono troppo alti per bere o mangiare, non però per i giapponesi.

Thank you, Charlie.